Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 42 - 7 giugno 2020

Anno III - Num. 16 - 29 marzo 2015 Politica e società

Incontriamo segretario Organizzativo Uil Sicilia Lionti per progetto “Un mouse a portata di mano”

Sportello per aiutare cittadini più svantaggiati nell’uso delle tecnologie per risolvere pratiche e compilare modelli online

di Vilma Maria Costa
         

Luisella Lionti URL IMMAGINE SOCIALPalermo – Aiutare gli anziani ma anche i portatori di handicap e le famiglie meno abbienti ad accedere alle nuove tecnologie informatiche per risolvere pratiche e compilare modelli online. Fondamentale anche l’assistenza tecnica agli immigrati che hanno un forte bisogno di integrarsi nel tessuto sociale. “Si chiama Un mouse a porta di mano, il progetto del Patronato Ital Uil Naz.le e immediatamente attivato dalla Uil Sicilia presso il suo Patronato.

Ce ne parla il segretario Organizzativo della Uil Sicilia, LUISELLA LIONTI:

Il Patronato Uil Sicilia attua il progetto dell’Ital Naz.le un mouse a portata di mano qual è l’obbiettivo e in cosa consiste?

L’obiettivo del progetto è certamente quello di contrastare il divario digitale nei confronti delle minoranze, ma anche e non da meno, quello di far partecipare i volontari di Servizio Civile ad una esperienza stimolante e gratificante che contribuisca alla loro crescita personale anche sviluppando conoscenze e competenze tecniche e relazionali utili in una futura prospettiva professionale.

L’ITAL si propone di istituire, come strumento per la riduzione del divario digitale uno sportello dedicato ai cittadini più svantaggiati che garantisca loro la possibilità di accedere ad un computer con connessione ad Internet, nonché assicurare l’assistenza dei volontari del S.C. per guidarli nell’uso dei servizi digitalizzati dei vari Enti, Amministrazioni e delle altre opportunità presenti sul territorio in rete.

A quali soggetti è rivolto?

I destinatari del progetto sono gli anziani che hanno necessità di familiarizzare con le nuove tecnologie, gli immigrati che debbono integrarsi nel tessuto sociale e quindi necessitano di aiuto tecnico per adempimenti burocratici, portatori di disabilità fisica, utenti che non hanno disponibilità economiche per l’acquisto di un computer, etc…

A chi queste persone dovranno rivolgersi per l’aiuto che prevede il progetto?

Ai volontari di Servizio Civile presso gli sportelli Ital di Palermo,Trapani, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Messina, Siracusa e Ragusa.

Inoltre, nei comuni di: Terme Vigliatore, Piazza Armerina, Modica, Ravanusa, Mazara del Vallo, Marsala, Petralia Soprana,Termini, Bagheria, Partinico.

Possono i cittadini già rivolgersi allo sportello previsto dal progetto?

Certamente! Gli sportelli sono già attivi dal 28 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*