Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VII - Num. 38 / 2019

Anno II - Num. 07 - 10 luglio 2013 Politica e società

Il M5S Sicilia attacca Crocetta e Cancelleri minaccia la sfiducia al Governo regionale

di Vilma Maria Costa
         

giancarlo-cancelleriPalermo – Ieri durante la seduta d’Aula all‘ARS, che ha visto l’approvazione dei due ddl uno che abolisce la tabella H e l’altro antiparentopoli che prevede ineleggibilità e incompatibilità di deputati e assessori, approvato con 55 voti a favore e solo tre contrari, il M5S ha attaccato duramente il Governatore Crocetta.

Duro attacco del capogruppo Cancelleri

Cancelleri ha cominciato il suo discorso con l’evidenziare che il Presidente della regione aveva fatto annunci e promesse a vuoto e, sempre secondo il capogruppo, erogato inutili finanziamenti a pioggia per i cantieri di lavoro che hanno sottratto risorse alle piccole e medie imprese. Proclami circensi per sorprendere il pubblico e una rivoluzione di cui non si sente nemmeno l’odore, anzi si sente puzza di compromesso morale – ha detto.

 Sfiducia al Governo dal M5S Sicilia?

Ad Aula chiusa, al termine dei lavori, Cancelleri ha annunciato una scadenza: Se a dicembre non cambierà nulla siamo pronti alla mozione di sfiducia. Cosa metteranno nella pentola famiglie e imprese siciliane, chiacchiere?

Sul fronte MUOS

Anche su questo argomento le parole sono state molto dure, Cancelleri ha criticato le dichiarazioni di Crocetta secondo le quali anche sul fronte anti-radar ci sarebbe l’ombra della mafia. E così si è espresso: Il gioco dei bianchi e dei neri, dei guelfi e dei ghibellini, della mafia e dell’antimafia questo gioco pericoloso che tenta di inculcare nella testa dei cittadini che se sei con me sei un buono e se sei contro di me sei un cattivo, non funziona, non può funzionare, non accetto che sia così. Voglio essere libero di pensarla come voglio e voglio essere libero da questo schema che costruisce un mondo che somiglia solo ed esclusivamente a chi ha in testa un modello guerrafondaio, fatto da due parti in lotta fra loro. Gli ha, inoltre, rimproverato la retromarcia sulla revoca delle autorizzazioni alla installazione. E ha chiesto chiarimenti in merito: sulla vicenda Muos, quella vicenda su cui l’8 gennaio quest’aula si era espressa in maniera unanime per impegnare il governo a revocare le autorizzazioni qualcosa la potremmo sapere? Le avevamo chiesto, presidente della regione, di venire a riferire in aula, vogliamo sapere il perché della revoca della revoca, i motivi, cosa ha trovato in quella relazione dell’ISS che l’ha tanto scosso da non aspettare la sentenza del CGA e procedere con quell’atto cacofonico di revoca della revoca?Forse aveva paura di essere inquisito e condannato per abuso d’ufficio? Forse aveva paura di macchiare la sua fedina penale con un reato che scaturiva dalla difesa della nostra terra e dei nostri cittadini?

Taglio degli stipendi dei parlamentari

Presidente– ha detto Cancelleri – ce ne possiamo andare tutti a casa, visto che di stipendi dimezzati c’è solo il nostro del Movimento 5 Stelle? Lei e il suo governo – nel quale c’è qualche assessore che aveva dichiarato di aderire al fondo con parte dello stipendio – siete latitanti.

Il deputato del M5S Salvatore Siragusa ha, invece, rivolto al Governatore Crocetta una richiesta sullo smantellamento della Costa Concordia: Batta i pugni sul tavolo vada a Roma e porti a Palermo la Concordia per dare un po’ di respiro ai Cantieri navali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*