Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno V - Num. 30 / 2017

Anno V - Num. 29 - 15 settembre 2017 Cultura e spettacolo

Gruppo Arte 16 presenta il volume Le Divine

5 ottobre ore 18:00 sala ONU Teatro Massimo Palermo, presenzierà l'autore del volume prof. Renato Tomasino e il prof. Giovanni Taormina

di Redazione TrinacriaNews
         

Palermo – Il Gruppoarte16 e il suo coordinatore Giovanni Taormina sono lieti di presentare l’evento su Le Divine edito da Odoya e scritto da Renato Tomasino, al Teatro Massimo di Palermo.

Un evento che sottolinea la prima annata di bei successi editoriali nell’ambito di un Manifesto nato per l’appunto nel 2016.

Dopo il lavoro di Renato Tomasino sul Film capolavoro Angoscia di George Kucor, con Ingrid Bergman e Charls Boyer, dopo questo le Divine, la prossima pubblicazione sarà su l’Annunciata di Antonello da Messina, che raccoglierà gli atti dell’incontro tenuto a Palazzo Chigi e, curato dallo stesso Taormina, in un contesto in cui questo Gruppoarte16 composto da decine di prestigiosi operatori culturali, ha avuto presenze determinanti al Museo di Brera, presso gli Emirati Arabi e al Teatro Alla Scala.

Le Divine, opera sulle prima donne della lirica, dal Cinquecento ai nostri giorni, dopo il grande evento della presentazione al Teatro Alla Scala di Milano, e del Tropea Festival di Letteratura, approderà al Teatro Massimo di Palermo, giovedì 5 Ottobre alle ore 18:00 sala ONU, presenzierà l’autore del volume Renato Tomasino, Ordinario di storia del teatro e coordinatore del GruppoArte16 insieme a Giovanni Taormina.

Dopo i saluti delle Autorità politiche, del Sovrintendente, degli amici del Massimo, di Giovanni Taormina del GruppoArte16, dei prestigiosi soprani Fiorenza Cedolins e Desirée Rancatore, seguiranno le relazioni dello stesso sovrintendente Francesco Giambrone e del prof. ordinario di Storia della Musica Anna Tedesco, Presidente della laurea magistrale del DAMS, e infine le letture dal testo dell’attore Dario Costa.

L’opera il cui sviluppo storico e critico copre l’arco di cinque secoli ha potuto essere concepita ed elaborata dall’autore nello straordinario archivio Multimediale dello spettacolo dell’Università di Palermo. Dopo l’ineffabile chiusura dell’archivio operata dalle autorità accademiche, l’autore ha potuto completare il vasto progetto grazie all’apporto di tutti i prestigiosi intellettuali ed operatori culturali del Gruppoarte16 e dell’editore Odoya di Bologna.

Le Divine è una raccolta di agili biografie delle più importanti e favolose interpreti della musica lirica dalle corti barocche al XXI secolo, corredata da approfondimenti critici sulle qualità artistiche e sulle performance più clamorose, nonché da sorprendenti scoperte sul loro vissuto degne della più sbrigliata narrativa: amori scandalosi, costosi capricci, delitti e, al contrario, vessazioni crudeli. Arte sublime e sacrificio, amore e morte vanno sempre a braccetto.

Dalla “tragica” Vittoria Archilei alla romantica Maria Malibran, ispiratrice dei grandi della lirica, dalla rovente “Carmen” Célestine Galli-Marié alla musa del verismo Gemma Bellincioni, dalla Kissing primadonna del Metropolitan Lina Cavalieri a coloro che, come Geraldine Farrar, hanno compiuto il transito del divismo operistico allo star system cinematografico. Fini al mito Callas e alla sua grande rivale Renata Tebaldi, nonché alle attuali regine dei palcoscenici del mondo, anche perché regine di bellezza, come Viorica Cortez o Anna Caterina Antonacci.

Una conversazione con Desirée Rancatore, splendente stella nascente, conclude carrellata di biografie.

Nel panorama editoriale contemporaneo è questa l’unica opera organicamente rivolta alle “grandi incantatrici” del melodramma, alla loro arte, al loro coraggio che spesso ha saputo tenere testa a “mostri sacri” della musica quali Monteverdi e Mozart m, Beethoven e Wagner, Verdi e Puccini, Toscanini e Karajan. Con tutti costoro le “Divine” hanno conteso e collaborato, ottenendo un ruolo primario nell’esito artistico. Questo è infatti un libro che, sia pure con cura analitica, rivela il miracolo che nasce dalle “polveri del palcoscenico” assai più che delle accademie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*