Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VII - Num. 39 / 2019

Anno VII - Num. 38 - 31 luglio 2019 Politica e società

Giovani, Lavoro, Solidarietà Venerdì 11 ottobre a Palermo Cgil Cisl Uil e Movimento delle valigie insieme per discutere del percorso da avviare per fermare l’emigrazione dei giovani ore 9,30 Parrocchia San Paolo Apostolo a Borgo Nuovo

di Redazione TrinacriaNews
         

Sono migliaia i giovani palermitani costretti a lasciare la propria terra, emigrare al Nord o in altri Paesi, per cercare un lavoro e costruire, spesso dopo anni di studio, un futuro di realizzazione professionale. La disoccupazione giovanile nel nostro territorio supera il 50 per cento.  “E’ giunto il momento di costruire un percorso che ribalti la situazione, offrendo ai nostri giovani la possibilità di restare nella propria terra”, ed è questo l’obiettivo che unisce l’impegno dei tre sindacati unitari, Cgil Cisl Uil Palermo e quello del Movimento delle valigie e che venerdì 11 ottobre si riuniranno a Palermo per affrontare i temi “Giovani, Lavoro, Solidarietà”. L’incontro si terrà dalle ore 9,30 presso la parrocchia San Paolo Apostolo di piazza San Paolo, 5 a Borgo Nuovo. Ad aprire, saranno i saluti dell’Arcivescovo di Palermo, Monsignor Corrado Lorefice. Interverranno Monsignor Pietro Maria Fragnelli vescovo di Trapani e Presidente della Commissione episcopale per la famiglia, i giovani e la vita della CEI;  Enzo Campo segretario generale Cgil Palermo, Leonardo La Piana segretario generale Cisl Palermo Trapani e Gianni Borrelli coordinatore territoriale Uil Palermo. Concluderà don Antonio Garau parroco della San Paolo Apostolo e ideatore del Movimento delle valigie. A moderare sarà la giornalista Alessandra Turrisi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*