Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VII - Num. 39 / 2019

Anno VII - Num. 38 - 31 luglio 2019 Cultura e spettacolo

FESTIVAL DELLE LETTERATURE MIGRANTI

Palermo 9-13 ottobre 2019 - giorno 9 ottobre Cinema e Musica i linguaggi protagonisti ai Cantieri culturali e al Conservatorio

di Redazione TrinacriaNews
         

Palermo, 9 ottobre 2019. Saranno soprattutto le narrazioni cinematografiche e musicali ad essere protagoniste, domani 10 ottobre, della seconda giornata del Festival delle Letterature Migranti con eventi ai Cantieri Culturali della Zisa e al Conservatorio Scarlatti di Palermo. In programma anche una tappa fuori provincia, al teatro Zeta di Termini Imerese per lo spettacolo teatrale Inveni portum. Sono però i Cantieri Culturali la location principale della giornata. Qui il programma inizierà alle 9,30 con una Masterclass aperta al pubblico dei registi Massimiliano De Serio e Costanza Quatriglio sul tema “Lo sguardo misericordioso”, ovvero in che modo il cinema può pensare, restituire al pubblico i gesti e gli sguardi della misericordia. Un appuntamento realizzato in collaborazione con la sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia di cui Quatriglio è direttrice artistica e che parte dalle opere dei registi “87 ore” di Costanza Quatriglio e “Sette opere di misericordia” di Gianluca e Massimiliano De Serio.

Alle 18,30 invece sempre al Csc, sarà proiettato Eldorado, miglior film al Festival dei Diritti umani di Lugano 2018 e vincitore di numerosi altri riconoscimenti, del regista svizzero Markus Imhoof che a Palermo riceverà anche il premio ecumenico internazionale “Diritti Umani” dall’organizzazione cattolica Signis Cinema e dalla protestante World Association for Christian Communication (WACC). A conferire il prestigioso riconoscimento sarà il pastore della Chiesa Valdese, Peter Ciaccio, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando. Alle 20,30 sul grande schermo del Cinema De Seta, scorreranno invece le immagini de La Spartenza  di Salvo Cuccia, alla presenza del regista, di Alessandro Rais,  Santo Lombino e dell’assessore alle Culture Adham Darawsha. Il documentario si ispira alla autobiografia di Tommaso Bordonaro “La Spartenza”, che vinse il premio Pieve 1990 per il miglior diario inedito.

 Alle 18 al Conservatorio Scarlatti è in programma un “assaggio” dell’evento che si terrà all’Agorà del Museo Salinas, sabato 12 ottobre. Un’anteprima con ascolti musicali de Il Sogno di Mannarino di Giulia Tagliavia e di “1492” di Marco Betta, le opere che saranno eseguite in prima assoluta proprio al Festival delle Letterature Migranti. Partecipano all’incontro: il direttore del Conservatorio Gregorio Bertolino, il direttore artistico di Flm Davide Camarrone, il curatore della sezione musicale del Festival Dario Oliveri, e i compositori e musicisti Giulia Tagliavia e Marco Betta.

 Alle 19, è previsto anche un appuntamento fuori porta. Al Teatro Zeta di Termini Imerese andrà in scena Inveni portum con la drammaturgia e la regia di Piero Macaluso. Cuore dello spettacolo: il tema del viaggio come metafora dell’esistenza, attraverso testi di Shakespeare, Walcott, Virgilio, Pascoli, De Luca, Jelinek. Repliche 11, 12 e 13 ottobre ( 15 spettatori a spettacolo, prenotazione obbligatoria al 338.8842554). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*