Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 43 - 1 settembre 2020

Anno II - Num. 10 - 24 febbraio 2014 Cultura e spettacolo

“Ecce Homo, ecce Mater” il tema del calvario nelle sculture di Leto e Guttilla

di Redazione TrinacriaNews
         

locandina Genio Mostra Ecce Homo ecce MaterPalermo –“Ecce Homo, ecce Mater” è il titolo della mostra di scultura inaugurata domenica 6 aprile presso la Chiesa di San Giorgio dei Genovesi, nell’omonima piazza, nel circuito dei “Tesori della Loggia”.
L’esposizione, a cura degli artisti palermitani Filippo Leto e Marco Guttilla, è promossa dal progetto “Il Genio di Palermo. La Bellezza salverà il mondo” che vede la parrocchia di San Mamiliano quale ente capofila; le opere rimarranno visitabili ogni giorno dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:30 fino al 20 aprile.
Un momento particolarmente significativo sarà rappresentato, il prossimo 14 aprile, dal disvelamento delle statue del Cristo e di Maria a grandezza naturale; l’evento, che si terrà alle 21:00, prevede un’analisi antropologica e un approfondimento teologico, rispettivamente a cura di Roberta D’Aleo e di Nicole Oliveri.
Seguirà un concerto che, tra “parole e musica” narrerà “La salita al Calvario, tra fede e cultura popolare”, con letture affidate a Cristian Pancaro.
Altro elemento di particolare rilievo sarà rappresentato dalla proiezione del video di Bebo Cammarata dal titolo “Le addolorate di Palermo: la passione di Cristo raccontata dalle Confraternite dei Fornai e dei Cassari”; documento di eccezionale valore simbolico che accompagnerà l’esposizione durante tutti i giorni di apertura al pubblico.
Ingresso libero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*