Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 42 - 7 giugno 2020

Anno V - Num. 27 - 05 aprile 2017 Politica e società

Dieselgate. Ammessa class action in Italia. Ora risarcimenti in tutta Europa

di Redazione TrinacriaNews
         

Davide batte Golia, dopo gli USA anche l’Italia, ammessa la class action contro Volkswagen per il dieselgate. Il Tribunale di Venezia, sezione III Civile, ha accolto questa mattina l’istanza dell’organizzazione Altroconsumo. L’azione è stata ammessa per tutti i veicoli del Gruppo VW, non solo quelli a marchio VW ma anche Audi, Skoda e Seat.

Sono 650mila le auto coinvolte nello scandalo in Italia, a fronte di 8 milioni in Europa. Attualmente i pre-aderenti raccolti da Altroconsumo sono circa 30mila, l’organizzazione invita ad aderire all’azione risarcitoria collettiva su www.altroconsumo.it #pretendigiustizia

L’ordinanza parla chiaro: per il Collegio giudicante “I green claims propri della campagna di marketing pubblicitario di commercializzazione dei veicoli a marchio VW appaiono in contrapposizione  con la condotta denunciata dalla associazione dei consumatori e consistita nella installazione del dispositivo EGR, in grado di ridurre in sede di test le emissioni inquinanti dei veicoli, e appaiono tali da indurre in errore il consumatore in ordine alle caratteristiche del veicolo stesso”.

Ivo Tarantino, responsabile Relazioni esterne Altroconsumo : “Davide batte Golia, mai più emissioni truccate, riconosciuti i diritti dei consumatori al risarcimento per lo scandalo Dieselgate. Ora dall’Italia parte l’ondata che si allargherà a tutta Europa – vogliamo il risarcimento come già negli Stati Uniti. Mai più diritti calpestati”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*