Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno V - Num. 29 / 2017

Anno V - Num. 28 - 08 giugno 2017 Sport

Attese oltre 40 barche alla Palermo-Montecarlo 2017 grande soddisfazione per il Circolo della Vela Sicilia

di Redazione TrinacriaNews
         

America’s Cup Match – Agostino Randazzo (Circolo della Vela Sicilia), Steve Mair (Commodore Royal New Zealand Yacht Squadron)

Palermo, 25 luglio 2017 – Manca meno di un mese alla partenza della XIII edizione della *Palermo-Montecarlo* e la lista degli iscritti continua ad allungarsi rendendo sempre più concreto il traguardo di superare le 40 barche. La regata velica d’altura, con le sue 500 miglia di navigazione tra gli scenari più incantevoli del Mediterraneo, attira barche da competizione e amatoriali da tutto il mondo, alla ricerca di un’esperienza unica e affascinante. La partenza, il 21 agosto da Mondello, sede del Circolo della Vela Sicilia.

*LE BARCHE – * L’entry list provvisoria vede tra le barche più competitive *Malizia II*, il MONO60 con foil (Classe IMOCA 60) di Pierre Casiraghi (già vincitore di 2 edizioni della regata), che difende i colori dello Yacht Club de Monaco.

“La rotta lungo le coste della Sardegna e della Corsica è fantastica – ha dichiarato Casiraghi all’iscrizione –. È un evento meraviglioso, con un’ospitalità veramente calorosa da parte del Circolo della Vela Sicilia”.

A dar battaglia a Malizia II sarà soprattutto *Lucky* (Raichel-Puig 63’) dell’armatore americano Bryon Ehrhart, (in gara per il New York Yacht Club), che ha nel suo palmares la vittoria della Sydney Hobart 2011 (allora la barca si chiamava LOKI) e della Transatlantic Race del 2015. Tra gli scafi più grandi c’è da sottolineare anche la presenza del nuovissimo Grand Soleil 58 *Leaps&Bounds*, portato dell’esperto e plurititolato skipper Paolo Semeraro.

Nota a parte merita *Buena Vista*, Maxi di 62’ di proprietà dei fratelli baresi Gigi e Beppe Pannarale. Progettato da Umberto Felci, questo Maxi (come nel 2016) difende i colori del Circolo della Vela Sicilia, il club organizzatore della regata, che, da tradizione, mette sempre in acqua un proprio equipaggio.

“Ci sono ottime premesse per questa nuova edizione della regata, – dice il Presidente del Circolo della Vela Sicilia, Agostino Randazzo –. La lista delle barche prestigiose si allunga di anno in anno, rendendoci fieri della manifestazione e del lavoro che stiamo facendo”.

*CVS E’ CHALLENGER OF RECORD – *Le note felici per il Circolo della Vela non finiscono qua. Da un mese, infatti, il Circolo è *Challenger of Record della XXXVI America’s Cup *e sarà rappresentato dal Team Luna Rossa, la barca che ha fatto sognare milioni di tifosi in tutto il mondo. “Per il Circolo è un onore immenso essere il Challenger of Record della prossima Coppa America, a testimonianza della serietà e professionalità che in questi anni abbiamo dimostrato all’interno della comunità velica internazionale”, dice il Presidente Randazzo.

*ORGANIZZAZIONE, RECORD E PARTNER – *La Palermo-Montecarlo è organizzata dal Circolo della Vela Sicilia con lo Yacht Club de Monaco e in collaborazione con lo Yacht Club Costa Smeralda. Confermata anche l’adesione al calendario internazionale dell’International Maxi Association-IMA, che include alcune delle regate-simbolo del Mediterraneo.

In palio ci sono il *Trofeo Angelo Randazzo* per il vincitore overall in tempo compensato (nella classe più numerosa IRC o ORC) e il *Trofeo Giuseppe Tasca d’Almerita* al vincitore in tempo reale. Il record della regata è stato stabilito nel 2015 da *Esimit Europa 2 *in 47 ore, 46 minuti e 48 secondi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*