Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 40 - 13 gennaio 2020

Anno III - Num. 15 - 24 gennaio 2015 Cultura e spettacolo

Arca, mostra d’arte contemporanea collettiva al Mondadori Megastore

di Redazione TrinacriaNews
         

verdi collinePalermo – Sarà inaugurata venerdì 13 Marzo alle ore 17:30 a Palermo presso il Megastore Mondadori, via Ruggero Settimo 16, la mostra d’arte contemporanea dal titolo: “ARCA”. La mostra organizzata dall’Ass.ne culturale RicercArte con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del comune di Palermo, è curata dal direttore artistico Naire Feo, testi Marilena Calcara storico dell’arte, prof.ssa Lea Di Salvo, progetto grafico Piera Ingargiola.

Un istinto primordiale ha sempre spinto l’uomo a cercare un rifugio, un posto in cui sentirsi al sicuro. Il pericolo ha prodotto la creazione di una dimora, di un’arca. Si ripete quasi la voglia di ritornare di quell’ambiente ovattato e perfetto del ventre materno, si cerca di ricreare quella sorta di paradiso perduto. La femminilità, nella sua accezione più archetipica di ventre e acqua, è stata motore di amore e protezione, di una perfezione e di una completezza talmente perfetti, da ricomparire nei desideri più ancestrali dell’uomo, ogni volta che la natura, la vita, il mondo si ribellano e si rivelano portatrici di dolore e distruzione. E allora quell’arca che Noè costruì di fronte al pericolo del diluvio, si rivela metafora perfetta di una femminilità che sulle onde del mare (elemento dell’acqua appunto) porta il genere umano alla salvezza, forse anche quella eterna.Ma se non con legno resinoso, se non in preda al diluvio universale, ogni individuo di fronte al mistero e al dolore della solitudine umana, continua a cercare la sua salvezza. La cerca nella mente e nel corpo, la cerca nelle cose e in se stesso, e quando capisce qual è l’essenza della sua salvezza, dedica tutta la sua vita ad essa. La salvezza sta nell’affrontare se stessi, in quell’atto coraggioso che debella ogni forma di horror vacui e fa emergere la propria essenza con forza e vita. L’arca diventa quindi non tanto rifugio, ma mezzo, mezzo per affrontare la vita, per distruggere la confluenza tipica della nostra era e per mostrare la propria individualità così come essa si presenta, senza censure. “Per salvarsi bisogna rischiare”. dott.ssa Marilena Calcara

Gli Artisti: Luciana Anelli, Alberto Badalamenti, Marina Baldarotta, Arturo Barbante, Lisa Barbera, Beatrice Bertarelli, Federico Bontempo, Dora Bottaro, Eugenia Bramanti, Eleonora Bruno, Silvana Ciccarello, Antonina D’Amato, Sergio Merlino D’Amore, Liliana Errera, Leonardo Espedito, Pietro Espedito, Cinzia Farina, Naire Feo, Gilda Gubiotti, Piera Ingargiola, Giusy La Barbera, Giacomo Lipari, Pino Manzella, Rocco Micale, Riccardo Giuseppe Morini, Leonardo Noto, Aldo Palazzo, Maria Laura Riccobono, Angela Sarzana, Nancy Sofia, Ketty Tamburello, Gianni Maria Tessari, Rosario Trapani e Giovanna Calabretta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*