Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VII - Num. 38 / 2019

Anno II - Num. 06 - 26 aprile 2013 Politica e società

Approvata mozione per i NEET Siciliani, giovani disoccupati fuori da ogni ciclo di istruzione e formazione

di Vilma Maria Costa
         

sicilia_02Palermo – L’Assemblea regionale siciliana nella seduta pomeridiana di mercoledì 29 maggio 2013, presieduta dal Presidente Giovanni Ardizzone, ha approvato una mozione: Misure di intervento a favore dell’occupazione giovanile.

Mozione dell’On.le Figuccia, vicecapogruppo Pds-Mpa e presidente dell’intergruppo Giovani, sottoscritta da una trentina di deputati appartenenti a diversi partiti politici che serve per avviare interventi a favore dell’occupazione giovanile NEET un acronimo inglese per indicare i not in employment, education and training, giovani disoccupati e al di fuori di ogni ciclo di istruzione e formazione.

Figuccia ricorda che la Commissione europea, nel febbraio di quest’anno, ha proposto norme operative volte a favorire l’occupazione giovanile negli Stati membri, destinando sei miliardi di euro alle iniziative mirate in particolare a favorire l’integrazione nel mercato del lavoro di giovani disoccupati e al di fuori di ogni ciclo di istruzione e formazione affinché – tra l’altro – i giovani fino all’età di 25 anni ricevano un’offerta qualitativamente buona di impiego, di formazione continua, di apprendistato o di tirocinio entro quattro mesi dall’uscita dal ciclo scolastico o dall’inizio del periodo di disoccupazione.

La nostra regione – prosegue Figuccia – registra un tasso di disoccupazione più che doppio rispetto alla media nazionale ed europea. Il dato diventa ancora più allarmante se riferito proprio alla categoria dei Neet; in Sicilia il loro numero è circa doppio rispetto all’intero territorio nazionale e addirittura triplo rispetto alla media europea. Il quadro di grave crisi economica che attualmente si registra in tutto il territorio, espone ad un rischio di maggiore vulnerabilità proprio questa fascia di giovani inattivi poiché, di fronte alle poche opportunità lavorative offerte dal mercato globale, non sarebbero nelle condizioni di competere con quanti abbiano già acquisito specifiche competenze professionali.

Ma chi sono e quanto sono i NEET Siciliani?

La nostra Isola detiene un primato negativo, stando, infatti, alle ultime rilevazioni, è la regione italiana che registra il più alto tasso di dispersione scolastica e il più alto numero di giovani che non studiano e non lavorano, appunto i cosiddetti NEET, giovani di età compresa tra 15 e 29 anni. In Sicilia i Neet ammonterebbero al 35,7%, un valore che senon si dà attuazione immediata agli interventi volti ad arginare il fenomeno, questo sicuramente tenderà ad aumentare.

Nella mozione di Figuccia si chiede, inoltre, di accelerare l’impiego dei fondi comunitari disponibili per iniziative a sostegno dell’occupazione giovanile nella nostra regione e di individuare, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale, misure a sostegno delle iniziative imprenditoriali nei settori innovativi e ad alto potenziale di crescita che possano offrire ai giovani inoccupati l’opportunità di seri sbocchi professionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*