Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 40 - 13 gennaio 2020

Anno I - Num. 05 - 16 febbraio 2013 Politica e società

Approvata dal Governo Crocetta la nota di variazione al Bilancio 2013

di Vilma Maria Costa
         

giunta_crocettaPalermo 17 aprile – Approvata e depositata ieri dal Governo Crocetta la nota di variazione al Bilancio della Regione Siciliana 2013. Un ulteriore passo avanti verso il 30 aprile, termine improrogabile entro cui approvare il Bilancio regionale. Il presidente dell’ARS Giovanni Ardizzone e l’assessore all’Economia Luca Bianchi sono concordi nel ritenere che il bilancio approderà in Aula il 24 aprile, giorno in cui partirà la discussione generale e, in quella occasione, saranno presi in considerazione gli emendamenti. La discussione riprenderà poi il 26 aprile per concludersi entro il termine, appunto, del 30 p.v.

Molte le critiche riguardo ai tagli che dovrebbero colpire anche le fasce più deboli, anche se Bianchi precisa che saranno molto contenuti e sottolinea che la nota di variazione al bilancio sarà più comprensibile quando verrà confrontata con la Finanziaria che oggi sarà all’Ars.

Ma quali saranno i tagli? vediamoli insieme

Ci sarà una riduzione dei fondi per:

  • prima casa
  • artigiani
  • università
  • enti e istituti che facevano parte della ex tabella H

Completamente soppressi i contributi a:

  • Cerisdi
  • Ente autonomo portuale di Messina
  • ufficio speciale per la legalità
  • ditta Lauricella per la gestione del parco faunistico di Palazzo d’Orleans

Forte riduzione di stanziamenti per:

  • Svimez
  • Irsap
  • Crias
  • cooperazione internazionale
  • enti morali ed ecclesiastici

Riduzione di stanziamenti per:

  • Consorzi di garanzia fidi
  • interventi nelle zone colpite da eventi calamitosi
  • le vittime del pizzo
  • associazioni antiracket
  • formazione degli orfani delle vittime di mafia
  • assunzione dei familiari delle vittime della criminalità organizzata
  • fondo per le parti civili nei processi contro la mafia

Inoltre, questo è quanto si legge nella relazione tecnica: tutte le voci economiche delle spese correnti registrano sensibili decrementi rispetto sia alla previsione definitiva 2012 che al bilancio 2013 precedentemente presentato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*