Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno X - Num. 49 - 23 giugno 2022

Anno X - Num. 48 - 14 marzo 2022 Politica e società

APPROVATA DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI LA NORMA DI ATTUAZIONE CHE SBLOCCA 211 MILIONI NEL 2022

di Redazione TrinacriaNews
         

PALERMO, 26 Maggio 2022 – Anche il Consiglio dei Ministri ha approvato lo schema di decreto legislativo recante “Norme di attuazione dello Statuto della Regione Siciliana in materia di armonizzazione dei sistemi contabili, dei conti giudiziali e dei controlli.”, già determinato dalla Commissione paritetica Stato-Regione Siciliana ed attuativo del punto 8) dell’Accordo in materia di finanza pubblica, sottoscritto il 16 dicembre 2021 tra il Presidente della Regione Siciliana, on. Nello Musumeci ed il Ministro dell’economia e le finanze Daniele Franco.
La norma, che modifica l’art. 7 del D. Lgs. n. 158/2019, determina la possibilità per la Regione di utilizzare nell’esercizio 211 milioni di euro, pari a circa la metà dell’importo relativo alle quote ordinarie di copertura del disavanzo accertato con l’approvazione del rendiconto 2018.
La norma dovrà adesso essere emanata con decreto del Presidente della Repubblica e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, iter che dovrebbe definirsi in qualche settimana.
Come già precisato dall’Assessorato all’economia durante il dibattito all’ARS sull’approvazione del bilancio 2022-24, che sarà pubblicato sabato prossimo in Gazzetta Ufficiale, l’entrata in vigore di tale disposizione di attuazione consente di liberare ingenti risorse assegnate a capitoli che erano stati congelati, ma che adesso diverranno immediatamente disponibili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*