Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 46 - 02 ottobre 2021

Anno II - Num. 14 - 25 novembre 2014 Cultura e spettacolo

36° Efebo d’oro: il premio internazionale di cinema e narrativa arriva a Palermo

Egle Palazzolo: "Il Premio intende valorizzare l’apporto della letteratura nel cinema e nella televisione e nel loro fatale incrociarsi, e gli Efebi assegnati quest’anno riflettono in pieno questi contenuti"

In occasione dell’evento, TrinacriaNews.eu ha intervistato la presidente del Centro di Ricerca per la Narrativa e il Cinema Egle Palazzolo e i registi di Saverio Costanzo e Francesco Munzi. All'interno le interviste

di Eloisa Zerilli
         

36° Efebo d'oro  SEQUENZA FORMATO GRANDE IMG_6621Palermo – Si è svolta per la prima volta a Palermo la cerimonia di consegna del Premio nato ad Agrigento e giunto quest’anno alla sua trentaseiesima edizione.

Il simbolico fanciullo in veste aurea, l’ormai ben noto Efebo, comincia a Palermo un suo probabile tour in Sicilia. Nato nell’ambito dell’ampia attività di ricerca del Centro per la Narrativa e il Cinema, presieduto da Egle Palazzolo, quest’anno il Premio è stato assegnato a Ficarra e Picone, Francesco Munzi, Saverio Costanzo e Italo Moscati.

Riconoscimenti anche a Gioacchino Criaco, autore del romanzo, e agli attori Fabrizio Ferracane, Peppino Mazzotta, Aurora Quattrocchi e Guido Caprino per “In Treatment”.

La cerimonia, presentata da Eleonora Lombardo, si è svolta al Cinema De Seta sito ai Cantieri Culturali della Zisa.

36° Efebo d'oro IMG_6444I Cantieri sono una vera e propria palestra per allenare la società civile al gusto del cinema  – ha affermato la presidente del Centro di Ricerca per la Narrativa e il Cinema Egle Palazzolo. Palermo è casa mia e tutti voi sapete che la amo moltissimo; sono convinta che qui in Sicilia possono essere fatte tante belle cose. Rammaricata dell’assenza del Ministero dei Beni Culturali di Roma, la presidente del Centro ha poi ringraziato gli assessori al Turismo e alla Cultura, il direttore della Banca Sant’Angelo e il Sindaco di Palermo per averle fornito un simile spazio.

Il Premioafferma Egle Palazzolointende valorizzare l’apporto della letteratura nel cinema e nella televisione e nel loro fatale incrociarsi. E gli Efebi assegnati quest’anno riflettono in pieno questi contenuti premiando Saverio Costanzo per l’efficacia cinematografica applicata al linguaggio televisivo, Ficarra e Picone per la forza e la capacità di penetrazione popolare di un humour intelligente e carico di valori; Francesco Munzi per la profondità e umanità nel raccontare un mondo di ‘ndrangheta così simile a quello della mafia nel tentativo di spezzarne la tragica catena di violenza e lutti.

36° Efebo d'oro IMG_6481Ai ringraziamenti ha fatto seguito la premiazione di Saverio Costanzo per la regia di In treatment, serie televisiva andata in onda su Sky: La scrittura del format è israeliana; stasera sono qui per prendere il Premio in rappresentanza di tutto il gruppo di lavoroha affermato il regista. Siamo consapevoli de fatto che il cinema, è chiaro, ha un predominio dell’immagine ma siamo più che soddisfatti del successo di In treatment e questo premio non può che essere un coronamentoha concluso. Di In treatment, è stata già girata la seconda serie che andrà in onda il prossimo anno.

36° Efebo d'oro IMG_6515Dopo la premiazione di In treatment, è stata la volta di Francesco Munzi per la regia di Anime Nere. Vorrei in questa sede far accenno all’emozione che ho provato stamattina quando il film è stato visto dai ragazzi delle scuole; la loro partecipazione è stata straordinariamente bella e le domande tutte interessantiha asserito il regista. Ho intercettato il libro di Gioacchino grazie a una cara amica che me l’ha prestatoha continuato. Un’esperienza faticosa ma altrettanto divertente che racconta molto bene la realtà meridionale, troppo spesso violentata.


A Salvo Ficarra e Valentino Picone sono stati assegnati due distinti premi alla Carriera
. I due – ancora una volta autori della sceneggiatura, registi e interpreti principali della loro commedia intitolata Andiamo a quel paese – hanno fatto della Sicilia la loro location preferita. Un sodalizio artistico iniziato nel 1993 e ricco di successi il loro: anche sul palco, durante la premiazione, le loro esilaranti battute hanno coinvolto interamente il pubblico. Nella primavera 2015 il duo comico sarà nuovamente in onda su Canale 5 con Striscia la Notizia.

36° Efebo d'oro IMG_6582La 36° edizione dell’Efebo d’oro ha premiato altresì il romanzo dello scrittore Italo Moscati sulla storia di Eduardo De Filippo, che ha ricevuto il premio per il miglior libro cinematografico dell’anno. Dobbiamo farci conquistare dall’arte perché è proprio nelle varie espressioni artistiche che ritroviamo la grande storia degli uominiha detto l’autore.

L’Efebo d’oro è realizzato con il contributo di: Ministero dei Beni Culturali, Direzione Generale Cinema; Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo; Sensi Contemporanei – Sicilia Film Commission; Città di Palermo – Assessorato alla Cultura.

In occasione dell’evento, TrinacriaNews.eu ha intervistato la presidente del Centro di Ricerca per la Narrativa e il Cinema Egle Palazzolo e i registi di Saverio Costanzo e Francesco Munzi.

36° Efebo d'oro IMG_6378Egle Palazzolo

Di cosa si occupa il Centro da lei presieduto? Che tipo di iniziative svolge?

Il nostro Centro si occupa di ricerca del linguaggio della letteratura e del cinema quando queste due espressioni d’arte s’incontrano. Quando cioè da un romanzo è tirato fuori un film o un testo ci poniamo una serie di domande: è ugualmente apprezzabile? In cosa si differenzia? Quali sono gli aspetti che permangono? Meglio che sia fedele oppure è più opportuno che ne tragga esclusivamente la sollecitazione e vada oltre, esprimendosi con mezzi ben diversi nonché quelli dell’immagine? Bisogna considerare anche quanta storia e vita è presente nella letteratura quanto nel cinema, come si evolve e come ci narra di ciò che siamo stati e di ciò che siamo attualmente. A pensarci bene, abbiamo assistito anche a un’evoluzione; mi riferisco al passaggio all’online. In tal senso, dovremmo chiederci: cosa ci viene raccontato? Che tipo di linguaggio è utilizzato? È presente una dimensione artistica e espressiva? Il nucleo centrale è chiaramente costituito dal cinema e dalla carta stampata. Quest’anno abbiamo preso in considerazione anche il linguaggio televisivo premiando In treatment di Saverio Costanzo grazie a cui abbiamo compreso che la tv può incentivare un nuovo discorso sulla psicanalisi. Il nostro è quindi un cammino di ricerca. L’Efebo è un momento particolare che diventa spettacolo: ciò che c’è di più bello è l’incontro tra i vincitori dell’Efebo e i ragazzi delle scuole che pongono loro numerose domande. Stamattina il film Anime Nere di Francesco Munzi è stato visto da 380 ragazzi. È stato molto bello avere l’appoggio del Sindaco di Palermo, dell’Assessore ai Beni Culturali del Comune ma anche quelli dell’Assessore al Turismo, della Regione e della Banca Popolare Sant’Angelo che da sempre è nostro main sponsor.

36° Efebo d'oro IMG_6590Questo è il primo anno in cui il Premio viene assegnato a Palermo anziché ad Agrigento. A cosa, in particolare, è stata dovuta questa scelta?

Il Premio quest’anno per la prima volta viene assegnato a Palermo perché aveva delle difficoltà logistiche – mi piace chiamarle così ma si tratta di difficoltà economiche ma anche di location per via di accadimenti agrigentini. Insomma, avrebbe dovuto saltare un’edizione. Così, siamo andati avanti e probabilmente è qui che faremo sede. Tuttavia, continueremo a ritornare ad Agrigento e ci sposteremo a Messina, Gela, Porto Empedocle. Siamo pieni di entusiasmo e vorremmo proporre anche altre iniziative.

36° Efebo d'oro IMG_6398Saverio Costanzo

Come ci si sente ad essere qui stasera per ricevere l’Efebo d’oro?

Sono molto contento di essere qui stasera e soprattutto di essere a Palermo perché è una città che amo. Conosco il Premio, ne comprendo la sua importanza e sono molto onorato di prenderlo. In realtà io ho fatto il regista di una serie televisiva scritta e inventata da altri, di conseguenza mi limito proprio a prendere il premio in rappresentanza della collettività che ha prodotto In treatment.

Quali sono i suoi prossimi progetti?

È in uscita il mio film il 15 gennaio  che si intitola Hungry Hearts. Non ho ancora pensato a progetti futuri.

36° Efebo d'oro IMG_6407Francesco Munzi

Come ci si sente ad essere qui stasera per ricevere l’Efebo d’oro?

Anime Nere nasce tre anni fa, è stato un viaggio faticoso ma altrettanto bello; siamo partiti dall’omonimo romanzo di Gioacchino Criaco e siamo giunti a un film lavorando con tantissime persone. Grazie all’entusiasmo di tutti loro siamo arrivati alla fine. Un premio così importante come l’Efebo che ha avuto degli illustri predecessori come ad esempio Trouffaut non fa che fornirci ulteriori energie per andare avanti anche in operazioni abbastanza complesse e faticose come queste

Quali sono i suoi prossimi progetti?

Sono ancora in fase di lettura, ancora non ho un progetto ben chiaro in mente.

foto di Pietro Montagna  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*