Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 42 - 7 giugno 2020

Anno II - Num. 06 - 26 aprile 2013 Politica e società

27 e 28 Maggio VIII Conferenza Organizzazione Uil Sicilia all’Astoria Palace di Palermo

Claudio Barone, segretario generale Uil Sicilia: “Riforme per uscire dalla crisi e creare occupazione”

di Vilma Maria Costa
         

Brochure ConferenzaPalermo – La Uil Sicilia si prepara per l’VIII Conferenza regionale d’Organizzazione. Giungeranno a Palermo 250 delegati da tutta l’Isola per confrontarsi sulla riforma organizzativa, sulle emergenze e sul ruolo del sindacato per lo sviluppo e l’occupazione. Dopo la relazione d’apertura del segretario generale, Claudio Barone, è stato organizzato un incontro/dibattito con il presidente della Regione, Rosario Crocetta, il presidente di Confindustria, Antonello Montante e il responsabile di Unicredit Impresa, Gregorio Squadrito. A loro, il giornalista Salvo Toscano rivolgerà domande sugli interventi da concordare per fare fronte alla crisi produttiva e occupazionale.

Siamo un sindacato riformista e intendiamo appoggiare l’azione del Governo – spiega il leader Claudio Barone – ma siamo convinti che senza un vero coinvolgimento delle parti sociali non è possibile vincere questa battaglia. Industriali, banche e Governo, insieme a Noi, devono decidere concretamente cosa fare per uscire dalla crisi. Ci aspettiamo che ai nostri lavori, arrivino finalmente risposte chiare non solo su come tamponare le emergenze ma anche su come costruire la Sicilia che vogliamo.

Si inizia giorno 27 Maggio a partire dalle 15 presso l’Astoria Hotel di via Montepellegrino, a Palermo. Dopo la relazione introduttiva del segretario generale della Uil Sicilia, Claudio Barone, è prevista la tavola rotonda. Interverrà poi il segretario organizzativo della Uil, Carmelo Barbagallo.

Il 28 Maggio concluderà i lavori il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*